Comme sarrà ‘o girone di ritorno?
E chi ‘o sape. Però la vita è strana;
mo stammo dint’e mane d’a Toscana.
Primma l’Empoli(!), e mò ce sta ‘o Livorno.
‘E prospettive sò poco esaltante:
annanze, ‘o ciuccio sta prop’ inguaiato.
Uno sta fore, l’ato sta malato,
e allora chi saranno l’attaccante?

E’ difficile a scegliere? Ma no;
è curta e piccerella, ‘a nostra rosa:
insiem’a isso, al grande Pampa Sosa,
mettimmo a Emmanuele Calaiò.
Chest’anno ha fatto sulamente guaje:
vulette a forza battere ‘o rigore,
e ‘o sbagliaje; s’incazzaje l’allenatore,
e allora nun l’ha fatto jucà maje.
‘O Livorno ce vò buttà int’o Fosso:
chillu canale a cui, (tiempe luntane)
se pescajeno ‘e teste ‘e Mudigliane.
Erano falze, e ‘o scandalo fuje grosso.
Ma ‘a capa ‘e Calaiò è diversa: è vera.
Stavota, Emmanuè, l’e usata, ‘a testa!
Doje gol, e dint’e viche esplode ‘a festa.
‘E chesta squadra Napule va fiera!

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!